Zona Living: perchè no?

Ebbene si: anche noi proprietari di microappartamenti abbiamo diritto alla nostra zona living! Pensate sia impossibile riuscire a ritagliarla in un appartamento di appena 30-35 metri quadrati? Non lo è affatto!

Dipende tutto dalle proprie esigenze: quanto spazio siete disposti a sacrificare per il vostro living?

Vi piace ricevere amici offrendo loro un aperitivo e quattro chiacchiere?

O preferite soltanto un angolino tutto vostro per la lettura?

E ancora, vorreste poter ospitare qualcuno per qualche notte?

Si può rispondere affermativamente a ciascuna di queste domande!

Ovviamente, se volete avere uno spazio d’intrattenimento comodo per 4 o addirittura 6 persone, dovrete sacrificare al living gran parte dello spazio, ritagliandolo dalla cucina o dalla zona notte, a seconda dei vostri gusti e della disposizione della casa.

Ma in ognuno dei casi sopra citati, la prima regola aurea da seguire è: IL VOSTRO SALOTTO NON DEVE SEMBRARE UNO SHOWROOM! Deve essere accogliente, e invitare la gente a sedersi ovunque vogliano!

Ovviamente, la prima cosa da fare nella vostra minicasa, sarà quella di definire lo spazio del vostro salotto. A differenza degli altri appartamenti, un monolocale si chiama così proprio perchè è un unico locale senza pareti divisorie (eccetto quelle del bagno). A meno che non decidiate inopinatamente di erigere delle pareti voi stessi (in genere la cosa è impossibile, non solo per lo spazio esiguo, ma per una questione di luce naturale), non restano che due sistemi per definere lo spazio. Il primo, e più dispendioso, ma sicuramente d’effetto, è quello di ribassare il soffitto con un controsoffitto in cartongesso in cui inserirete poi il sistema di illuminazione (cosa proposta precedentemente anche per delineare la zona-cucina, nell’articolo “Fiat Lux!”) o creando, sempre col cartongesso, una cornice a soffitto in cui applicare l’illuminazione.

Soffitto ribassato con controsoffitto in cartongesso. La zona living, con divani e televisione, risulta ben definita rispetto a quella pranzo, in primo piano.
Soffitto ribassato con controsoffitto in cartongesso. La zona living, con divani e televisione, risulta ben definita rispetto a quella pranzo, in primo piano.
Cornice in cartongesso con illuminazione integrata: il risultato è il medesimo, ma l'effetto è forse maggiore.
Cornice in cartongesso con illuminazione integrata: il risultato è il medesimo, ma l’effetto è forse maggiore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il secondo modo per delineare il vostro spazio living, è decisamente meno costoso ma comunque efficace: usare un tappeto! Il tappeto definisce e àncora lo spazio, rendendo la zona, per quanto piccola, ben delineata e strutturata. Inoltre, qualunque sia il colore o il materiale di cui è fatto, trasmette sempre una sensazione di morbido confort e calore. E’ vero: il tappeto va pulito! Ma oggi giorno ne esistono di tantissime varietà, tra cui il PVC che è perfettamente lavabile addirittura senza doverlo spostare! Oppure, in cotone, che basta metterlo in lavatrice a basse temperature per farlo tornare come nuovo. Senza contare che cotone e PVC, rispetto ai classici tappeti di filati di lana o seta, costano decisamente molto meno!

Il tappeto delinea perfettamente la zona relax (Tappeto Nordi in pelo raso di Maisons du Monde a € 159,90; la poltrona e il poggiapiedi sono della linea vintage Iceberg, sempre di Maisons du Monde)
Il tappeto delinea perfettamente la zona relax (Tappeto Nordi in pelo raso di Maisons du Monde a € 159,90; la poltrona e il poggiapiedi sono della linea vintage Iceberg, sempre di Maisons du Monde)
Tappeto in PVC Ilario di Maisons du Monde (€ 17,99)
Tappeto in PVC Ilario di Maisons du Monde (€ 17,99)
Tappeto in cotone Croisièr di Maisons du Monde (€ 17,99)
Tappeto in cotone Croisièr di Maisons du Monde (€ 17,99)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una volta definito lo spazio del vostro living, è ora di capire come volete arredarlo, e di conseguenza, che decidiate quali sono le vostre priorità. Se amate la convivialità e decidete di preferire il salotto alla cucina o alla zona pranzo, dedicandogli quindi uno spazio importante, allora avrete bisogno di un divano (se ci sta, anche da tre posti), di almeno una poltrona e di un tavolino. Non è necessario che siano uguali, anzi! Il risultato è più d’effetto e personale se sono spaiati!  Il divano, essendo un pezzo molto grande, è preferibile che sia di un colore neutro, mentre i tessuti sgargianti li potete utilizzare per i cuscini o il plaid con cui lo decorerete. Come il tappeto, il divano contribuisce a definire lo spazio e a dare stabilità alla composizione. Usatelo quindi come divisorio vero e proprio, magari dalla cucina o dalla zona-letto. Se poi avete voglia di ospitare qualcuno di tanto in tanto, allora scegliete un divano-letto. Ce ne sono di belli e comodi anche a soli 2 posti! In questo caso, però, abbiate l’accortezza di scegliere un tavolino facilmente spostabile, o ancora meglio con le rotelline, in modo da fare velocemente spazio al letto da estrarre dal divano.

Il divano vintage Iceberg di Maisons du Monde è proposto in vari colori pastello, tutti adorabili. Costa € 369,90 ed è a due posti (abbondanti: se ci si strizza, ci si sta anche in tre!)
Il divano vintage Iceberg di Maisons du Monde è proposto in vari colori pastello, tutti adorabili. Costa € 369,90 ed è a due posti (abbondanti: se ci si strizza, ci si sta anche in tre!)
Il divano-letto Elliot di Maisons du Monde è largo 140cm: da chiuso è un comodo divanetto per due, da aperto diventa un letto addirittura Queen Size! Costa €229,90 ma bisogna aggiungerci la fodera, che è a parte ed è in varie fantasie, tutte a € 99,90.
Il divano-letto Elliot di Maisons du Monde è largo 140cm: da chiuso è un comodo divanetto per due, da aperto diventa un letto addirittura Queen Size! Costa €229,90 ma bisogna aggiungerci la fodera, che è a parte ed è in varie fantasie, tutte a € 99,90.

 

A questo punto aggiungete una o due poltrone, a seconda dello spazio rimasto, e rigorosamente spaiate. Potete scegliere la classica poltrona comoda, con la seduta profonda e lo schienale lievemente reclinato, oppure un’intramontabile bergère, più rigida e formale. L’importante è che il risultato finale sia armonioso, e potrete uniformarlo distribuendo cuscini della stessa fantasia su tutte le sedute.

La Bergère in lino Manoir di Maisons du Monde è sinuosa e formale al tempo stesso (€ 328,90)
La Bergère in lino Manoir di Maisons du Monde è sinuosa e formale al tempo stesso (€ 328,90)
Stravagante ma estremamente comoda, la poltroncina a dondolo Gullholmen di Ikea in fibra di banano (€ 59,99)
Stravagante ma estremamente comoda, la poltroncina a dondolo Gullholmen di Ikea in fibra di banano (€ 59,99)
Vintage e di un bel giallo pop, è Iceberg di Maisons du Monde (€ 299,90)
Vintage e di un bel giallo pop, è Iceberg di Maisons du Monde (€ 299,90)

 

 

 

 

 

 

 

 

Manca ora un bel tavolino su cui appoggiare drink, riviste e i piedi quando si guarda la televisione. Potete anche sostituire il tavolino con un pouf, che potreste quindi riutilizzare alla bisogna come seduta di scorta. Questa soluzione è ottimale anche nel caso in cui decidiate di ritagliarvi soltanto un piccolo spazio living, costituito soltanto da una zona relax con poltrona e tavolino: in questo caso, il pouf è l’ideale, perchè quando sarete soli lo potrete usare come tavolino o poggiapiedi, mentre se avrete qualche ospite lo potrete usare come seduta aggiuntiva.

Il Tavolino Graphique di Maisons du Monde è pratico e leggero, dal design minimal che si adatta un po' a tutti gli stili. Costa solo € 29,99 (Maisons du Monde)
Il Tavolino Graphique di Maisons du Monde è pratico e leggero, dal design minimal che si adatta un po’ a tutti gli stili. Costa solo € 29,99 (Maisons du Monde)
tavolini ikea
I tavolini Hatten e IKEA PS 2014 di Ikea sono semplici e funzionali: entrambi sono contenitori, maneggevoli e facili da spostare. Hatten (€ 29,99) ha anche la parte superiore estraibile, che diviene così un pratico vassoio. (IKEA PS 2014 costa € 59,99)
tavolino a rotelle in metallo Garden Factory 59,99
Garden Factory di Maisons du Monde è in metallo verde chiaro, ha il cestellino estraibile che diventa quindi un comodo contenitore, e le rotelline per essere spostato dove volete! (€ 59,99)

 

Set di tre tavolini estraibili ARCACHON 199,90
Il set di tre tavolini Arcachon di Maisons du Monde (€ 199,90) si può compattare infilandoli uno dentro l’altro, oppure triplicarne la superficie d’appoggio estraendoli tutti!
set due tavolini in vetro
Per creare un effetto ancora più armonioso (e se ne avete lo spazio) accostate due tavolini uguali in maniera simmetrica, piuttosto che un unico tavolo più grande.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E ora che avete finito di arredare la vostra zona-living (estesa o angolino che sia) non vi rimane che godervela!

 

Annunci

2 pensieri su “Zona Living: perchè no?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...